Natera Banner
Gilead Banner
Bayer Banner
Tumore prostata

Terapia adiuvante con irradiazione panencefalica rispetto all'osservazione dopo il trattamento locale delle metastasi cerebrali del melanoma


Il cervello è un sito comune di metastasi per i pazienti con melanoma ad alto rischio.
Sebbene la chirurgia o la radiochirurgia stereotassica siano trattamenti locali altamente efficaci per un piccolo numero di metastasi, esiste un rischio elevato di sviluppare ulteriori metastasi cerebrali. Il ruolo della radioterapia adiuvante del cervello intero ( WBRT ) nella riduzione di nuove metastasi è controverso, con una mancanza di prove di alto livello specifiche per il melanoma.

In uno studio randomizzato di fase III, i pazienti sottoposti a trattamento locale di 1-3 metastasi cerebrali da melanoma sono stati assegnati in modo casuale a radioterapia WBRT o osservazione.

L'endpoint primario era il fallimento intracranico distante entro 12 mesi; gli endpoint secondari includevano il tempo al fallimento intracranico, la sopravvivenza e il tempo al deterioramento del performance status.

Tra il 2009 e il 2017, 215 pazienti sono stati assegnati in modo casuale da 24 centri. Il follow-up mediano è stato di 48.1 mesi.

Il 42% dei pazienti nel gruppo WBRT e il 50.5% di quelli nell'osservazione hanno sviluppato fallimento intracranico distante entro 12 mesi ( odds ratio, OR=0.71; P=0.22 ) e le percentuali sull'intero periodo di follow-up sono state rispettivamente del 52.0% e del 54.9% ( OR=0.79; P=0.39 ).

Il tasso di fallimento locale è stato più basso dopo radioterapia WBRT ( 20.0% vs 33.6%; P=0.03 ).

A 12 mesi, il 41.5% dei pazienti nel gruppo WBRT e il 51.4% dei pazienti nel gruppo di osservazione erano morti ( P=0.28 ), senza differenze nel tasso di morte neurologica.

Il tempo mediano al deterioramento del performance status è stato di 3.8 mesi dopo radioterapia WBRT e 4.4 mesi con l’osservazione ( P=0.32 ).

La radioterapia WBRT è risultata associata a più tossicità acuta di grado da 1 a 2.

Dopo il trattamento locale di una fino a tre metastasi cerebrali di melanoma, la radioterapia panencefalica adiuvante non ha fornito benefici clinici in termini di controllo intracranico distante, sopravvivenza o conservazione del performance status. ( Xagena2019 )

Hong AM et al, J Clin Oncol 2019; 37: 3132-3141

Dermo2019 Onco2019 Med2019



Indietro