Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoHub
OncoGeriatria

Rischio di recidiva di melanoma dopo diagnosi di tumore primario ad alto rischio


Con i nuovi trattamenti sistemici emergenti per il melanoma metastatico, la diagnosi precoce della recidiva di malattia è sempre più importante.
È stato studiato il rischio di recidiva del melanoma nei pazienti con melanoma localizzato ad alto rischio di metastasi.

In totale 1.254 pazienti con melanoma di categoria T1b-T4b di nuova diagnosi, istologicamente confermato, nel Queensland, in Australia, sono stati reclutati in modo prospettico tra il 2010 e il 2014 per partecipare a uno studio di coorte.
Sono state esaminate le associazioni tra i fattori del paziente e del tumore e la recidiva di melanoma.

Le recidive del melanoma sono state auto-riportate attraverso questionari di follow-up somministrati ogni 6 mesi e confermati da risultati istologici o di imaging.

Su 1.254 pazienti reclutati, 825 ( 65.8% ) hanno accettato di partecipare. 36 sono risultati non-ammissibili dopo aver fornito il consenso e altri 89 pazienti sono stati esclusi dopo la riclassificazione dei tumori secondo AJCC Cancer Staging Manual 8, lasciando 700 partecipanti con melanoma primario ad alto rischio ( età media 62.2 anni; 410 uomini, 58.6% ).

Predittori indipendenti di recidiva erano il sito di testa o collo del tumore primario, ulcerazione, spessore e tasso mitotico maggiore di 3/mm2 ( hazard ratio, HR=2.36 ).
Hanno sviluppato una recidiva entro 2 anni dalla diagnosi 94 pazienti ( 13.4% ): 66 tumori ( 70.2% ) erano locoregionali e 28 tumori ( 29.8% ) si sono sviluppati in siti distanti.

Dopo l'intervento chirurgico per la malattia locoregionale, 37 pazienti su 64 ( 57.8% ) sono rimasti liberi da malattia a 2 anni, 7 pazienti ( 10.9% ) hanno sviluppato una nuova recidiva locoregionale e 20 pazienti ( 31.3% ) malattia a distanza.

La sopravvivenza libera da malattia ( DFS ) a due anni era simile quando si è confrontato per AJCC 7 e AJCC 8, per i tumori della categoria T1b ( AJCC 7, 253, 93.3% DFS; AJCC 8, 242, 93.0% DFS ) e T4b ( AJCC 7 e AJCC 8, 50, DFS 68.0% ) in entrambe le edizioni.

I pazienti con tumori da T2a a T4a che non avevano avuto una biopsia del linfonodo sentinella ( SLNB ) alla diagnosi avevano sopravvivenza DFS inferiore rispetto ai pazienti con la stessa categoria di tumore e SLNB negativa ( T2a: 136, 91.1%, vs 96, 96.9%; T4a: 33, 78.8%, vs 6, 83.3 ).

Questi risultati suggeriscono che il 13.4% dei pazienti con un melanoma primario ad alto rischio presenterà recidiva della malattia entro 2 anni.
La posizione della testa o del collo del tumore iniziale, la positività alla biopsia del linfonodo sentinella e i segni di una rapida crescita del tumore possono essere associati alla recidiva del melanoma primario. ( Xagena2019 )

von Schuckmann LA et al, JAMA Dermatol 2019; 155: 688-693

Dermo2019 Onco2019



Indietro