OncoHub
Oncologia Morabito
Novartis
Roche Oncologia

Esiti a lungo termine nei pazienti con melanoma metastatico BRAF V600-mutato trattati con Dabrafenib in combinazione con Trametinib


Sono stati riportati gli esiti di efficacia e sicurezza dell'analisi di 5 anni in pazienti con melanoma metastatico BRAF V600-mutato che hanno ricevuto la terapia combinata con l'inibitore di BRAF, Dabrafenib ( Tafinlar ) e l'inibitore di MEK Trametinib ( Mekinist ), rispetto alla monoterapia con Dabrafenib nello studio randomizzato di fase II BRF113220 parte C.

I pazienti naive all'inibitore BRAF con melanoma metastatico BRAF V600-mutato sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Dabrafenib 150 mg due volte al giorno, Dabrafenib 150 mg due volte al giorno più Trametinib 1 mg una volta al giorno o Dabrafenib 150 mg due volte al giorno più Trametinib 2 mg una volta al giorno ( Dabrafenib + Trametinib 150/2 ).
I pazienti che hanno ricevuto la monoterapia con Dabrafenib hanno avuto la possibilità di passare post-progressione alla combinazione Dabrafenib e Trametinib 150/2.
L'efficacia e la sicurezza sono state analizzate 4 e 5 anni dopo l'inizio nei pazienti con 5 o più anni di follow-up.

A ottobre 2016, 18 pazienti che hanno ricevuto Dabrafenib + Trametinib 150/2 sono rimasti nello studio ( 13 su 54, 24%, arruolati a questa dose più 5 su 45, 11%, inizialmente trattati con Dabrafenib che sono passati a Dabrafenib + Trametinib ). 

Con la combinazione Dabrafenib e Tramatenib 150/2, la sopravvivenza globale ( OS, 4 anni, 30%, 5 anni, 28% ) e la sopravvivenza libera da progressione ( PFS a 4 e 5 anni, entrambi 13% ) sono sembrate stabilizzarsi con un follow-up esteso.

Una sopravvivenza globale aumentata è stata osservata in pazienti che hanno ricevuto Dabrafenib + Tramatinib con normale lattato deidrogenasi al basale ( 5 anni, 45% ) e lattato deidrogenasi normale con meno di tre siti di organi metastatizzati ( 5 anni, 51% ).

Con un follow-up esteso, un paziente aggiuntivo che ha ricevuto Dabrafenib + Trametinib 150/2 è migliorato, passando da una risposta parziale a una completa.
Non sono stati osservati nuovi segnali di sicurezza.

In conclusione, questa analisi a 5 anni rappresenta il follow-up più lungo fino ad oggi con la terapia di combinazione con un inibitore BRAF più un inibitore MEK per il melanoma metastatico BRAF V600-mutato.
Coerentemente con le tendenze osservate nelle analisi con follow-up più breve, questa terapia porta a durevoli plateau di sopravvivenza globale a lungo termine e sopravvivenza libera da progressione che dura 5 anni o più in alcuni pazienti con melanoma metastatico. ( Xagena2018 )

Long GV et al, J Clin Oncol 2018; 36: 667-673

Onco2018 Dermo2018 Farma2018


Indietro