Janssen Oncology
Oncologia Morabito
Novartis
OncoHub

Selumetinib in combinazione con Dacarbazina nei pazienti con melanoma uveale metastatico


Il melanoma uveale è la più comune neoplasia intraoculare primaria negli adulti senza una opzione di trattamento sistemico efficace nel setting metastatico.
Selumetinib è un inibitore MEK1/2 orale, potente e selettivo, con una breve emivita, che ha dimostrato attività come singolo agente in pazienti con melanoma metastatico uveale in uno studio randomizzato di fase II.

Lo studio SUMIT ( Selumetinib in Metastatic Uveal Melanoma ) era uno studio clinico di fase III, in doppio cieco in cui i pazienti con melanoma metastatico uveale e nessuna precedente terapia sistemica sono stati assegnati casualmente a Selumetinib ( 75 mg due volte al giorno ) più Dacarbazina ( 1.000 mg/m2 per via endovenosa al giorno 1 di ogni ciclo di 21 giorni ) o a placebo più Dacarbazina.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) secondo una revisione radiologica indipendente in cieco.
Gli endpoint secondari includevano la sopravvivenza globale e il tasso di risposta obiettiva.

In totale 129 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Selumetinib più Dacarbazina ( n=97 ) o placebo più Dacarbazina ( n=32 ).

Nel gruppo Selumetinib più Dacarbazina, 82 pazienti ( 85% ) hanno manifestato un evento di PFS, rispetto a 24 ( 75% ) nel gruppo placebo più Dacarbazina ( mediana, 2.8 vs 1.8 mesi ); l'hazard ratio ( HR ) per la sopravvivenza libera da progressione è stato pari a 0.78 ( P=0.32 ).

Il tasso di risposta obiettiva è stato del 3% con Selumetinib più Dacarbazina e 0% con placebo più Dacarbazina ( P=0.36 bilaterale  ).

Al 37% di maturità ( n=48 decessi ), l'analisi di sopravvivenza globale ha fornito un hazard ratio di 0.75 ( P=0.40 bilaterale ).

Gli eventi avversi più frequentemente riportati ( Selumetinib più Dacarbazina vs placebo più Dacarbazina ) sono stati nausea ( 62% vs 19% ), eruzione cutanea ( 57% vs 6% ), affaticamento ( 44% vs 47% ), diarrea ( 44% vs 22% ) ed edema periferico ( 43% vs 6% ).

In conclusione, nei pazienti con melanoma uveale metastatico, la combinazione di Selumetinib più Dacarbazina ha mostrato un profilo di sicurezza tollerabile, ma non ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione rispetto a placebo più Dacarbazina. ( Xagena2018 )

Carvajal RD et al, J Clin Oncol 2018; 36: 1232-1239

Onco2018 Dermo2018 Farma2018


Indietro